giovedì 24 maggio 2012

il diario di Tomsie e le tortine di frutta







Dal diario di una gattina:
“22 giorno di prigionia. La mamma e i miei fratelli mi avevano detto che noi eravamo principini e che saremmo restati sempre insieme e invece sono arrivati loro, con il loro cubo grigio a sbarre e mi hanno presa. In due sono, matti come cavalli, mi scusino i cavalli… Lei dice di essere la mamma, immemore e incurante del fatto che lei ha due zampe e due cose strane e io quattro zampe. Io sono pelosa e lei moooolto meno. Mi tratta come se fossi scema, brava di qui, brava di là, cosa c’è di bravo a mangiare??? Eh, me lo vuoi dire??? Mi riempie di baci e poi mi spazzola a tradimento, proprio quando mi lascio andare un pochino. Poi il terrazzo, unica via di fuga, me lo fa guardare e non mi ci porta mai; e quando mi ci porta, mi lasciasse stare un attimo, mi segue passo passo e come faccio a fuggire?? Tutte le mattine mi diverto a svegliarla all’alba, la fame è una brutta malattia, ma lei niente, continua a sorridere. Fetente!
Lui poi è dannatamente peggio, l’ho soprannominato “il feroce Saladino”, ma quando cresco affonderò le unghie nella sua giugulare, a meno che non sia riuscita a fuggire prima. Me ne fa di tutti i colori, pretende che io mi faccia fare le coccole a comando è ovvio che non è così. Dico, quando dormo, mi sveglia per farmi le coccole, ma sto dormendo, uffa, vogliam vedere se poi ti sveglio io per fare le fusa! E poi, lui mi da il cibo di sera, ma mi fa penare…mi tocca miagolare per dei secoli, ma lui non si commuove, mai. Dice che devo avere degli orari e intanto io muoio di fame. E che è, solo perché io non posso chiamare la protezione animali! Poi il fetentone si è messo in mente che io sia una gattina volante, mi mette in cima alla libreria e mi dice “salta!” Ma salta tu cretino, non vedi che è altissimo??? Insomma, questa non è una casa, è una gabbia di matti!! Voglio andarmene!!!!”

Ecco, ogni tanto, specie quando il “Feroce Saladino” è in azione, penso davvero che la gattina la pensi così! Poi invece si fa coccolare e allora cambio idea, d’altra parte io mi diverto un sacco a coccolarmela e poi lei è così carina… beh insomma mi son rinscemita. Poi davvero sarà la fame, ma mangia di tutto! L’altro giorno si è "slappata" una ditata di crema e poi ha passato una mezz’ora a miagolare, perché ne voleva ancora. Vero che era buona, molto buona! La ricetta l’avevo presa da "Assaggi di Viaggio". E ora ve la racconto:


Tortine di frutta

Per la pasta frolla di M. Roux (avendo solo sei stampini ne è avanzata molta)
Ingredienti
250 g di farina
1 uovo0
125 g di burro salato tagliato a pezzi
1 cucchiaino di zucchero
1/2 cucchiaino di sale
40 ml di acqua fredda

Per la crema (io metà dose)
500 ml di latte
6 tuorli
40 g di farina
125 g di zucchero
100 ml di panna
1 baccello di vaniglia
1 vaschetta di lamponi
1 vaschetta di mirtilli
qualche fragola

Versate la farina a fontana, con al centro il burro, l'uovo, lo zucchero ed il sale, poi mescolateli e lavorateli delicatamente. Aggiungete l'acqua fredda e incorporatela .
Impastate fino a che diventa liscio ed elastico. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo per un'oretta.

Sbattere i tuorli con lo zucchero finché il composto diventa bianco e spumoso. Aggiungere la farina setacciata. Scaldare il latte con il baccello di vaniglia ed aggiungerlo poco alla volta al composto di uova, zucchero e farina. Cuocerlo a fiamma bassa, mescolando, finché la crema inizia a bollire. Spegnere il fuoco, eliminare la vaniglia e lasciare raffreddare.
Montare la panna ed incorporarla poco alla volta alla crema. Riporre la crema in frigo.
Imburrare gli stampini da crostatina. Stendere la pasta frolla e  adagiarla negli stampini. Bucherellare con i rebbi di una forchetta e riporre le tartellette in congelatore per una decina di minuti.
Nel frattempo riscaldare il forno a 180°C . Rivestire le tartellette internamente con carta da forno e poggiarvi i fagioli. Cuocere in bianco 10 minuti, poi  terminare la cottura per altri 5 minuti.
Quando le tartellette saranno fredde, estrarle dagli stampi, versare nel loro interno la crema chantilly preparata e decorare con lamponi, mirtilli e qualche fragola.
Parola di micia!



con questa ricetta partecipo al contest di Flavia"cuocicucidici"


12 commenti:

  1. la cremina - gnam! ;-) -....ti è venuta assai bene!!! Buone le tortine!

    RispondiElimina
  2. Giulia giuro che se mi licenziano vengo da te!
    Sto ridendo come una scema e ....è tutto verooooo! Secondo me i nostri animali ci vedono proprio così!
    Bellissime anche le tortine (e ti credo che si slappa la crema... è piccola ma mica scema!=D )
    Buona giornata a te, alla micia ed al Feroce Saladino!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. iniziare con il buonumore non è male..:)

      Elimina
  3. ossignore, neppure per il feroce saladino ti eri così ....diciamo, rimbambita!!!! ahahaha baci e buona giornata ragazza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il feroce saladino mi vedeva più giovane e arzilla. 15 anni di feroce saladino han fatto danni!

      Elimina
  4. Mi fai morire....... ahahaha il feroce Saladino ahahahah...comunque ci penso io ad inserire il link..bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  5. Brava Giulia che belli questi dolcetti, ne mangerei volentieri una, anche due:) un bacio
    Terry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io li mangerei volentieri se li avessi qui ora. Gnam ...:)

      Elimina
  6. Vedendo queste tartellette realizzate da te, mi è venuta una gran voglia di riprepararle per papparmene un paio anche io...:-P
    Ti sono venute veramente bene ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... E' tutto merito Della ricetta:)))

      Elimina

lasciate un segno del vostro passaggio... se volete! :)